giovedì 13 giugno 2013

DIY Craft Tutorial //Nodo piatto macramè

In questo post vi mostriamo come realizzare dei bracciali macramè con uno dei nodi più semplici e famosi di sempre.
Macramè è un termine di origine araba ed indica un intreccio di nodi , una sorta di merletto annodato e intrecciato.
Vi ricordate dello scoobidù? Da piccola ero veramente negata..anche se i bracciali con i nodi sono stati una delle prime cose manuali a cui mi sono avvicinata..

Questo nodo si presta alla realizzazione di diversi modelli realizzabili con diversi tipi di cordino.
Per mostrarvi meglio i nodi in fotografia, utilizzeremo il cordino coda di topo (disponibile in tanti colori nella sezione Cordino coda di topo del nostro sito )

Un cordino perfetto per questi lavori è il cordino i nylon, disponibile nella sezione cordini per macramè , questo filo è perfetto perché è sottile  e permette quindi di realizzare lavori precisi, puliti, eleganti, con nodi piccoli e rifiniti con cura, la misura del filo permette inoltre di entrare facilmente in molte perle facilmente reperibili.E' inoltre un filo robusto e resistente  che, essendo in parte sintetico, può essere bruciato per non sfilacciarsi.

Cordino in nylon per macramè:





Come prima cosa vediamo il nodo, schematicamente:


Abbiamo quattro fili, fissati in alto con un semplice nodo o con dello scotch. Due fili vengono tenuti al centro parallelamente, e altri due vengono portati ai lati opposti. 


Il filo più alla destra (4) viene portato dal lato opposto e passato sopra ai due paralleli centrali ma sotto all'1. 


In maniera speculare, il filo 1 viene portato sotto ai due centrali (2 e 3) e sopra al filo 4, dal lato destro. 
A questo punto basta tirare per stringere il nodo. 
Quello seguente sarà invece dal lato opposto, quindi bisogna ricominciare il procedimento ma nell'altro senso. 
 



Utilizzando questo semplice nodo potrete realizzare molti bracciali da impreziosire con perle, pendenti e connettori:

Sempre con questo nodo potrete realizzare il classico bracciale "Shamballa" la cui caratteristica è la presenza di perle "incorniciate" all'interno del bracciale stesso.


E ora rivediamo il procedimento, ma con con il cordino coda di topo:

Come prima cosa eseguite il primo nodo:

Poi il secondo:




Ripetete i nodi alternando, fino ad ottenete una maglia piatta, poi sui fili centrali inserite la perla che volete incorniciare:


Fate passare i fili ai lati della perla e incrociateli sotto di essa, così da annodarli e avvolgere la perla all'interno del nodo stesso:


Questi semplici passaggi servono ad "incorniciare la perla, potete poi continuare eseguendo i nodi (alternando destra e sinistra per ottenere una maglia piatta) creando lo schema che preferite.

Prossimamente vi mostreremo altri nodi e come utilizzarli per creare splendidi bracciali.
Speriamo vi sia piaciuto e vi auguriamo buon divertimento nella creazione di tanti bracciali colorati..magari all'ombra di un ombrellone..in qualche spiaggia lontana.
Ciao!


7 commenti:

  1. Mamma mia quanti ricordi con gli scoobidù...anch'io non ero bravissima!
    Questo tutorial è meraviglioso, grazie davvero!

    RispondiElimina
  2. che bello, io non ero affatto capace!!!

    RispondiElimina
  3. Anch'io assolutamente negata, ma il tuo post è fantastico, grazie1000!!

    RispondiElimina
  4. Grazie mille! Io ero una di quelle bambine che non capiva come facessero gli altri a intrecciare gli scoobidù. Meglio tardi che mai XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione Eli-c'han .

      Elimina