lunedì 25 febbraio 2013

DIY Guida // Resine, una introduzione.

L’utilizzo delle resine in ambito di bijoux e accessori è una delle mode del momento: va alla grande in America e in Europa e anche se un pò a rilento, sta prendendo piede anche in Italia.
Non ci sono limiti all’utilizzo e alla possibilità di realizzare attraverso l’utilizzo della resina.Quello che serve è una buona conoscenza del prodotto e tanta voglia di sperimentare.
Qui di seguito vi riportiamo alcuni esempi di oggetti che possono essere realizzati con resina trasparente.
Medaglione porta foto con immagine:




  • Resine epossidiche
  • Resine poliesteri
  • Resine poliuretaniche
KEN06, Resina Bianca bicomponente 80+80ml

Orecchini con immagine sotto resina:

Portachiavii con orsetto gommoso in resina:

Ciondoli con zuccherini inglobati:


Cammeo realizzato in resina:


TIPI DI RESINE:
Esistono molteplici tipologie di resine suddivise in due categorie principali: termoindurenti e termoplastiche.
TERMOPLASTICHE:
Le resine termoplastiche possono essere fuse con il calore e l’indurimento avviene per raffreddamento della resina. Il processo può essere ripetuto più volte senza che la resina subisca notevoli cambiamenti nella resa.Questo significa che un oggetto una volta finito può essere fuso e rifuso diverse volte.
TERMOINDURENTI:
Le resine termoindurenti invece subiscono una trasformazione chimica che rende il processo irreversibile. Il materiale così ottenuto non potrà quindi tornare allo stadio iniziale in alcun modo.
In questo articolo tratteremo tre tipologie di resine termoindurenti che si adattano bene alle creazioni di bojoux e gadget in generale:
EPOSSIDICHE
Tra le diverse tipologie di resina, quella epossidica combina le migliori proprietà chimico/fisiche.
In ambito industriale ha molteplici utilizzi quali ad esempio realizzazione di pavimentazioni, realizzazione di materiali rinforzati combinata con fibre di vetro o carbonio, è anche utilizzata come adesivo o schiuma, ecc ecc.
Per quanto riguarda la creazione di bijoux e gadget a dire il vero sono altre le caratteristiche che la rendono appetibile. Innanzi tutto, la maggior parte delle resine epossidiche sono praticamente inodori (e questo per un utilizzo casalingo è sicuramente un notevole vantaggio). Possono essere utilizzate come collante notevolmente resistente e, nel caso la resina sia trasparente, anche invisibile.
Sono comunemente fornite in due composti da miscelare in parti diverse (la percentuale di ogni composto varia da marca e tipologie di resina). Il composto A è una base alla quale va aggiunto il composto B, l’indurente.
Il processo di indurimento tipicamente dura diverse ore (almeno una decina), ma, una volta completato, il pezzo realizzato è già utilizzabile.
Esempio di resine epossidiche:

POLIESTERI
Le resine poliesteri hanno proprietà chimico fisiche meno performanti rispetto a quelle epossidiche,  ma compensano questo difetto con un costo inferiore. A onor del vero queste differenze, nell’ambito della creazione di gadget e bijoux, non è rilevante poiché difficilmente ci si potrebbe accorgere di qualche differenza ad esempio in un charm realizzato con una resina epossidica piuttosto che da uno realizzato con una resina poliestere.
L’indubbio pregio di queste resine è la velocità con la quale si induriscono, il che taglia di molto i tempi di realizzazione degli oggetti. Di contro, tipicamente hanno un forte odore di stirolo che rende molto difficile il loro utilizzo in un ambiente casalingo e le creazioni realizzate mantengono tracce di questo odore per qualche giorno prima che svanisca del tutto.
Sono generalmente formate da una base alla quale vanno aggiunte poche gocce di un catalizzatore che innesca la reazione chimica che porta al loro indurimento.
Esempio di resina poliestere:

POLIURETANICHE
Le resine poliuretaniche sono invece molto differenti dalle epossidiche e poliesteri. Come prima cosa tendenzialmente sono veramente rapide nell’indurimento (alcune tipologie arrivano ai 3 minuti di tempo per completarlo). Di contro la rapidità con la quale reagiscono rende meno facile la correzione di eventuali errori nel loro utilizzo. In più la reazione di indurimento sviluppa generalmente più calore che per una resina epossidica o poliestere.
Non vi sono in commercio resine poliuretaniche completamente trasparenti. Ne esistono alcune che forniscono effetti di trasparenza, ma l’effetto “cristallo” di una poliestere non può essere raggiunto da una poliuretanica.
Sono cmq molto adatte alla creazione di basi per dolci oppure charm di svariato genere. Inoltre, come per le resine epossidiche e poliesteri, possono essere dipinte con colori acrilici una volta completato l’indurimento oppure possono essere colorate prima della catalisi mediante l’utilizzo di appositi pigmenti.
Come tutte le resine possono essere additivate di componenti che ne alterano le proprietà chimico/fisiche al fine di appesantire o alleggerire l’oggetto da realizzare oppure migliorare la scorrevolezza del composto una volta miscelato e quindi limitare il formarsi di bolle d’aria sul pezzo finito.
Esempio di resine poliuretaniche


Bene!Per questa puntata è tutto! Alla prossima …^_^

10 commenti:

  1. i primi due bijoux che hai postato sono bellissimi *_*
    io non ho mai lavorato con la resina! è incredibile quante cose home made si possono fare! la stamperia poi ne ha di ogni!!

    RispondiElimina
  2. Non conoscevo nulla di tutto ciò! Si impara sempre qualcosa di nuovo :) buon lunedì!
    http://elefantest89.blogspot.it/

    RispondiElimina
  3. Il primo medaglione portafoto è bellissimo *-*

    RispondiElimina
  4. Davvero utile, grazie!!! Ho provato a lavorare con la resina una volta senza saperne niente con risultati tragici. Peraltro avevo usato il primo tipo, che in teoria sarebbe il migliore...e il più costoso -.-
    La cosa che mi interessa di più della resina è la realizzazione di pezzi con inclusioni o di medaglioni con ritagli di carta coperti di resina. Rimango sintonizzata per ulteriori informazioni, perché mi piacerebbe riprovarci!
    Adoro il vostro orsetto gommoso!

    RispondiElimina
  5. Sono davvero molto belli! :)

    http://elimakeup0005.blogspot.it/

    RispondiElimina
  6. Creazioni incantevoli, davvero.
    Passa da me, c'è un Award per te!

    RispondiElimina
  7. Seems that this is a good idea ...

    Thanks for following - already followed you back :)

    xx Rena

    http://dressedwithsoul.blogspot.de/

    RispondiElimina
  8. Anche questo e' un modo che mi attrae molto ! mi piacerebbe provare , probabilmente mi esce na schifezza , ma come dici tu ci vuole un pò di esperienza e pazienza
    pausacioccolata fashion&cosmetics
    make your clothing

    RispondiElimina
  9. Molto, molto interessante il tuo BLOG!!!

    RispondiElimina